Psicantria a Castello D’Annone, parte seconda

Partiti da Bologna, Modena e passati per Stradella (centro della produzione di fisarmoniche conosciuto in tutto il mondo), ascoltando appunto “La fisarmonica di Stradella” dalla voce squillante di un Paolo Conte al primo disco (!), il trio psicantrico è arrivato a Castello di Annone per la seconda volta (il primo concerto risale a due anni fa). Il 30 giugno presso la casa di Riposo Villa Eden si è svolta la serata “Chi fermerà la musica?”, organizzata da Roberta Matteo e dalla Comunità “L’incontro”, che è stata l’occasione per rincontrare il gruppo degli Insoliti, Psychiatric Band accompagnata dal chitarrista Davide Calabrese, da Marco Becuti al basso e dal  talentuoso Gabriele (figlio del chitarrista Davide, dieci anni!) alla batteria.

Insoliti 1

La serata è iniziata con un ricco buffet, ben digerito grazie alla performance degli “Insoliti” che hanno emozionato la platea cantando canzoni italiane ricche di significato. Passando da Baglioni, Vasco e altri interpreti e cantautori il viaggio musicale nel quale ci hanno trascinato (ben 10 pezzi!) ci ha motivato e caricato per suonare dopo di loro. Il trio psicantrico ha così messo in scena lo spettacolo di canzoni sullo psicomondo, arricchito in finale da una canzone scritta per l’occasione e dedicata alla Psychiatric Band locale : “Gli insoliti”, parodia della canzone “I soliti” del grande Blasco.

Insoliti 2Indimenticabile – e per l’appunto insolito!- rimarrà l’ultimo brano suonato insieme dagli Psicantria e dagli Insoliti sulla canzone “Vivere” di Vasco, con lo psicantrico Mantovani che si è improvvisato egregio batterista!

Ringraziamo Roberta, la comunità, i partecipanti e tutti i collaboratori per il secondo invito e per la super accoglienza!!! Non si dice c’è due senza tre ???? Chissà…….

Intanto buon estate a tutti!

 

This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink.

Comments are closed.